city_commons_Bologna

LA CITTÀ COLLABORATIVA COME BENE COMUNE

E’ stato un piacere partecipare venerdì 6 Novembre alla prima conferenza mondiale sugli urban commons, promossa da IASC – International Association for the Study of Commons e da Lab Gov – Laboratory for the Governance of the commons.

La conferenza era dedicata alla città come bene comune e piattaforma collaborativa e si è svolta all’Opificio Golinelli, a Bologna. Per due giorni, tanti studiosi e esperti da tutto il mondo si sono confrontatati sulla possibilità di trasformare le città laboratorio di gestione condivisa dei beni comuni urbani: Tine De Moor, Sheila Foster, Christian Iaione, Michel Bauwens, David Bollier, Ezio Manzini, Silke Helfrich, oltre a più di 100 ricercatrici e ricercatori e practitioners provenienti dai cinque continenti hanno presentato i risultati dei loro studi e della loro pratica sul campo.

Abbiamo soprattutto apprezzato la possibilità di ascoltare le ricerche e le esperienze di studiosi e practioners nel campo della governance collaborativa e della gestione condivisa dei beni comuni urbani: da New York, alla Grecia, ci siamo confrontati con una pluralità di esperienze che dal micro al macro, hanno offerto una molteplicità di spunti, riflessioni, interrogativi aperti e risposte condivise, storie di successi e fallimenti che fanno crescere e tornare alla carica. Tutto questo nel quadro di una riflessione collettiva sul governo condiviso delle città e sulle possibilità di lavorare in sinergia con attori diversi: cittadini attivi e innovatori sociali, associazioni e organizzazioni di volontariato, imprese responsabili verso il territorio, istituzioni culturali e cognitive come scuole e università, funzionari pubblici e politici locali, che in una città vivono ed operano.

Anche noi abbiamo dato il nostro contributo presentando l’esperienza di POP UP, un laboratorio di pratiche collaborative che sperimenta nuove modalità di coinvolgimento per rivitalizzare le nostre città, sostenere la creatività di designers e innovatori e facilitare la riapertura degli spazi chiusi o sotto-utilizzati delle nostre città.

Screen Shot 2015-11-08 at 7.49.27 PM

(Clicca sull’immagine qui sopra per scaricare il PDF del poster di POP UP)

 

DSC_0241

Ancora qualche giorno per partecipare alla call di Castelnuovo Magra

La call for ideas lanciata per POP UP Lab Castelnuovo Magra (SP) (21-23 agosto 2015) vuole raccogliere proposte artistico-culturali e/o commerciali nell’ambito delle arti visive (a partire dalla fotografia) e dell’editoria a queste connessa. Le proposte devono focalizzarsi sulla potenzialità che hanno le arti visive, e in particolare la fotografia, di essere mezzo per rianimare gli spazi e per contribuire a riscriverne l’identità attraverso gli stimoli e le “provocazioni” dell’arte.

La call si rivolge a fotografi (amatoriali o professionisti), artisti, designer, liberi professionisti, imprenditori, gruppi informali, associazioni, case editrici

Ma perché partecipare alla call?

ottenere uno spazio espositivo e commerciale gratuito in un periodo di alta stagione in una località turistica che fa parte di un territorio (da Pietrasanta a La Spezia) artisticamente e culturalmente molto ricettivo

– dare visibilità alla tua attività e promuoverla o testarla attraverso il rapporto diretto con i clienti (puoi partecipare anche se non hai un’attività già avviata e se non hai partita iva!)

ampliare e diversificare la tua clientela attingendo a un bacino di specialisti del settore ma anche di pubblico allargato. L’Amministrazione locale sta investendo molto sulla fotografia: la Torre del castello appena ristrutturata è stata trasformata in uno spazio espositivo e ospita attualmente la mostra ICONS di Erwitt nell’ambito della quale, qualche settimana fa, è stata organizzata una lecture di Steve McCurry cui hanno partecipato oltre 2500 persone.

– conoscere attività affini e realtà nuove, fare networking e costruire reti e collaborazioni

provare l’esperienza di uno spazio temporary per vendita/esposizione/showroom che può essere poi replicata in altre città

La compilazione del form è molto semplice e veloce (tempo stimato: 15 minuti!).

Se hai dubbi o domande o vuoi valutare con noi le possibili ricadute della tua proposta scrivi a partecipa@popuplab.it o telefona allo 055.667502

LOGO_CASTELNUOVO

La nuova call per un’edizione estiva dedicata alla fotografia e alle arti visive

Si terrà a Castelnuovo Magra (SP) dal 21 al 23 agosto la sesta edizione di POP UP Lab, un’edizione interamente dedicata alle arti visive, con un focus sulla fotografia.

La fotografia è infatti un tema su cui l’Amministrazione locale sta investendo molto: il Comune ha appena aperto al pubblico la Torre del castello dei Vescovi di Luna ristrutturata e allestita a spazio espositivo per mostre fotografiche. La torre ospita attualmente la mostra ICONS di Erwitt curata da sudest 57 nell’ambito della quale, il 30 giugno scorso, è stata organizzata una lecture di Steve McCurry cui hanno partecipato oltre 2000 persone.

Per questa edizione dunque, La call for ideas si rivolge a fotografi (amatoriali o professionisti), artisti, designer, liberi professionisti, imprenditori, gruppi informali, associazioni, librerie e case editrici e vuole raccogliere proposte artistico-culturali e/o commerciali nell’ambito delle arti visive (a partire dalla fotografia) e dell’editoria.

Le proposte devono focalizzarsi sulla potenzialità che hanno le arti visive, e in particolare la fotografia, di essere mezzo per rianimare gli spazi e per contribuire a riscriverne l’identità attraverso gli stimoli e le “provocazioni” dell’arte.

La call scade lunedì 20 luglio alle 12.00. Per saperne di più leggi il bando.

 

 

screenshot.198

Cascina riapre grazie all’artigianato di ieri e di domani

Dal 22 Maggio Cascina riapre il suo centro storico con un POP UP dedicato all’artigianato di ieri e di domani, alla produzione artistica e alla creazione di spazi di incontro e di confronto culturale e sociale. Senza dimenticare tanto divertimento per adulti e bambini con laboratori, dimostrazioni, concerti, spettacoli, letture e le tante attività che animeranno i portici del Corso Matteotti e le strade del centro storico. Tante iniziative ed eventi che potete scoprire in dettaglio sulla mappa/programma della tre giorni, da scaricare qui e da cercare a partire da venerdì 22 all’Info Point nel Palazzo Comunale.

Con POP UP gli spazi chiusi del centro cittadino del Comune di Cascina sono riaperti e affidati temporaneamente a giovani imprenditori, creativi e artigiani perché li animino con dimostrazione e vendita di artigianato, vintage, oggetti d’arte e laboratori creativi aperti e gratuiti. Si comincia venerdì 22 alle 16.30 con l’inaugurazione e riapertura dei fondi in corso Matteotti per poi proseguire con tante attività  e laboratori e con l’inaugurazione della mostra #community_5 nel fondo riaperto di Via Pascoli 57. La giornata di Sabato 23 si apre con il workshop “artigianato 2.0 e rigenerazione urbana” alle 10 nella sala del Consiglio Comunale. Il workshop offrirà l’occasione di confrontarsi con il Sindaco Alessio Antonelli, Andrea Di Benedetto, Presidente del Polo Tecnologico di Navacchio, Roberto Rubini, project manager di Source - il festival del design autoprodotto, Nicola Minerva, fondatore della piattaforma collaborativa Co-Hive e Mattia Sullini, fondatore dello spazio per makers Lofoio. Tra le tante attività del week end,  sabato 23, alle 19 si svolge l’aperitivo creativo  presso La Città del Teatro: un esperimento di food-raising dove al costo di un aperi-cena è possibile partecipare alla presentazione e al voto di progetti creativi, permettendo al progetto preferito dal pubblico di vincere l’incasso della serata.

Il calendario di attività, laboratori, dimostrazioni, giochi in strada e in piazza della tre giorni è ricchissimo e pensato per soddisfare i gusti e le esigenze di coloro che vogliono vedere Cascina trasformata e riaperta dalla creatività di associazioni, cittadini e creativi locali e non. Gli eventi sono tanti e gli spazi da visitare tutti, anche partecipando al contest Esplora e vinci! che permette a chi visita tutti i fondi riaperti di concorrere all’estrazione di premi in palio (per saperne di più visitate l’Info Point).

Per seguire l’evento in tempo reale, i tre giorni di POP UP Cascina li trovate su facebook twitter, oltre che naturalmente nelle vie del centro storico di Cascina e nei fondi riaperti dalla creatività dei popuppers: visitateli tutti per scoprire la città riaperta!

screenshot.199

A Monteverdi Marittimo e Canneto arriva POP UP!

Venerdì 15 Maggio, POP UP arriva a Monteverdi Marittimo con un calendario ricco di eventi: mostre, laboratori, negozi temporanei, visite guidate, degustazioni, concerti e intrattenimento per grandi e piccini. Una vera e propria mobilitazione dal basso, per animare il centro storico del piccolo paese di Monteverdi e del borgo di Canneto.  Sei fondi che saranno temporaneamente riaperti con una decina di progetti selezionati dalla call for ideas lanciata grazie al progetto Pop Up. Progetti che daranno al centro storico di Monteverdi un aspetto un po’ diverso grazie all’entusiasmo e alla creatività di chi da tutta la Toscana hanno deciso di mettersi in gioco con POP UP. Tante iniziative ed eventi che potete scoprire in dettaglio sulla mappa/programma della tre giorni, da scaricare qui e da cercare a partire da venerdì 16 nei fondi riaperti, dove – solo per citare qualcosa – si potranno trovare oggetti di artigianato artistico,  design di recupero, prodotti di cosmesi naturale,  prodotti tipici e a kilometro zero, ma anche percorsi di benessere individuale (meditazione, massaggi, etc). Moltissimi gli appuntamenti:

Venerdì 15 maggio ore 18.00 Inaugurazione della manifestazione con accompagnamento musicale e aperitivo preparato da Mucci e Staccioli. 

Sabato 16 maggio dalle ore 10 in poi tanti appuntamenti, a partire dalla raccolta di fotografie e volti da un’idea dell’artista Stefano Lanzardo e curata dall’associazione YAB; alle 16.00 il workshop “Innovazione e rilancio del territorio” dedicato al tema delle nuove forme di promozione e sviluppo dei borghi, capaci di coniugare tradizione, innovazione e nuove forme di organizzazione della produzione a cui parteciperanno Marco Frey – Direttore scientifico Fondazione Symbola; Oreste Giurlani – Presidente UNCEM Toscana. Alle 18.00 Visita al parco di Villa Stefanacci e degustazione di vini della tenuta Sette Cieli, azienda vinicola di grande prestigio della zona e alle 19.00 musica nel borgo di Monteverdi.

La domenica 17 maggio oltre ai negozi e attività nel borgo di Monteverdi e alla mostra di fotografie I Wish Monteverdi organizzata in uno degli spazi, alle 10 sarà possibile visitare le cantine dell’Azienda agricola di Villetta di Monterufoli (partenza da Canneto alle ore 9,45). Alle 13.00 siete tutti invitati a prenotare il PRANZO DEI CREATIVI organizzato dal GS Canneto (una garanzia per chi ama i piatti della tradizione!) al Parco Pubblico di Canneto, un concept inusuale e divertente in cui i commensali potranno sostenere progetti creativi presentati nel corso del pranzo. Il pranzo ha un costo di 20 € (10€ per bambini) e il ricavato andrà a sostenere il progetto più votato. Per prenotare scrivere a pranzocreativo@gmail.com o chiamando il 334.1283128. Alle 15.00 sempre a Canneto visita del borgo e canti popolari e per finire alle 16.00 a Monteverdi merenda offerta dalla Proloco e letture animate per i vicoli a cura dell’Associazione il Gabbiano (per bambini ma non solo…).

Informazioni ed aggiornamenti in tempo reale su facebook e twitter. Venite a scoprire come riapriamo Monteverdi!

locandina_monteverdi

Cosa bolle in pentola a Monteverdi? Vicoli e stradine si animano di POP UP

Sveliamo con piacere il programma della tre giorni di POP UP a Monteverdi Marittimo (PI), il delizioso piccolo borgo Toscano  sulle colline attorno alla Val di Cecina dove da venerdì 15 maggio vicoli e stradine saranno animati da nuovi negozi, laboratori, degustazioni, incontri e dibattiti, musica, cultura,  spettacoli e tante tante occasioni di vedere il territorio con occhi diversi.

Il programma della tre giorni è ricco e comincia Venerdì 15, quando daremo il via alle danze con l’inaugurazione degli spazi riaperti e delle attività che vi si svolgeranno alle ore 16.00 e con un aperitivo musicale dalle ore 18.00.

Sabato 16 dalle ore 10.00 tanti laboratori e  incontri animeranno il centro di Monteverdi e del piccolo borgo di Canneto mentre prenderà il via la perfomance I wish Monteverdi negli orari 10:30-12:30; 15:30-18:3o. Sempre sabato, alle ore 16.00 sarà la volta del workshop “Il rilancio dei borghi e del loro patrimonio, tra storia, tradizione e innovazione” un incontro aperto a tutti gli interessati. Alle ore 18.00 ci sarà la possibilità di partecipare ad una visita al parco di Villa Stefanacci e degustazione di vini della Tenuta Sette Cieli, mentre alle ore 19.00 avremo Musica nel borgo di Monteverdi.

Domenica 17 apriremo la giornata alle ore 10.00 con una visita alle cantine dell’azienda agricola Villetta di Monterufoli, per poi passare al pranzo dei creativi (prenotazione obbligatoria scrivendo a pranzocreativo@gmail.com o chiamando il 334.1283128) alle 13.00 e una visita del borgo di Canneto e canti popolari alle 15.00, mentre alle ore 16.00 laboratori, merenda e letture animate (per bambini ma non solo!) per i vicoli di Monteverdi.

In attesa del programma dettagliato con tutte le attività dei nostri popuppers, scaricate la locandina di POP UP Monteverdi Marittimo e scoprite cosa vi aspetta. Per informazioni su come arrivare a Monteverdi Marittimo dalla vostra località di partenza, cliccate qui

 

 

manifesto_quarrat_web

A Quarrata Pop Up in 1000 mq di sostenibilità e creatività

A partire dal 27 Marzo e per tutto il mese di aprile, l’ex mostra di viale Montalbano 240 diventerà un cantiere di sperimentazione di attività con le quali poter ridare vita ad altri spazi simili. Le proposte – selezionate attraverso una call for ideas – sono state più di cinquanta. Tra queste sono state scelte quelle che si distinguevano per innovatività e coerenza con i temi del progetto: la sostenibilità, il rilancio della tradizione manifatturiera locale, la promozione del territorio, l’innovazione e un nuovo modello di sviluppo più sensibile al tema dell’uso delle risorse.

Ogni giorno fino alle 19 laboratori e altri momenti di animazione aperta e gratuita e vendita di prodotti del territorio e della tradizione, innovazione, design, riuso e riciclo creativi.

Tre giorni di eventi dal 27 al 29 marzo 2015  per iniziare:

Venerdì 27: apertura del fondo ore 16.00;taglio del nastro ore 18.30;  inaugurazione della mostra #Community ore 19.30.

Sabato 28: Workshop “Dal CoWorking al CoSelling – le nuove frontiere del commercio” ore 16.00;  l’aperitivo dei “creativi” ore 19.00;

Domenica 29: Pop Up Music ore 11… e tanto altro.

Vi aspettiamo dunque in viale Montalbano 240!

 

bulb3

Quali strumenti a sostegno delle micro, piccole e medie imprese? Ecco quelli della Regione Toscana

POP UP Lab ha, tra i suoi compiti, quello di contribuire alla elaborazione di proposte e linee guida che possano favorire pratiche di rigenerazione e riuso degli spazi. Per questo motivo si è costituita fin da subito una cabina di regia di cui fanno parte, oltre ai rappresentanti dell’associazione, anche i quelli dei cinque Comuni coinvolti (amministratori e tecnici) e della Regione Toscana (assessori e funzionari dei settori partecipazione, commercio e turismo). Insieme stiamo lavorando per individuare – grazie agli spunti emersi dai numerosi incontri preliminari e successivi con i proprietari dei fondi, con i popuppers e con gli altri attori coinvolti – i principali ostacoli e le proposte che possano facilitare il riuso anche temporaneo dei fondi sfitti, l’avvio di nuove attività, e la replicabilità di progetti e manifestazioni come Pop Up.

Mentre proviamo a costruire queste linee di indirizzo, cerchiamo anche di conoscere e segnalare tutte le opportunità di sostegno a nuove idee progettuali e imprenditoriali. Per questo vi vogliamo segnalare un’iniziativa che la Regione Toscana sta organizzando su tutto il territorio per far conoscere le opportunità e gli strumenti a sostegno delle micro, piccole e medie imprese nei settori del commercio e del terziario.

La nostra associazione sta seguendo da vicino questi appuntamenti (il calendario lo potete trovare qui). Ci sono bandi e opportunità che vi vogliamo segnalare: dal progetto “start up house” che promuove strumenti di microcredito per i giovani (18-40 anni) e ha l’obiettivo di favorire la presenza di nuove imprese che vadano a recuperare spazi inutilizzati (finanziando sia gli interventi di recupero edilizio che gli investimenti per la creazione dell’impresa), al fondo rotativo per sostenere il miglioramento e l’adeguamento delle strutture delle piccole e medie imprese; dal fondo di garanzia pensato per rispondere alla difficoltà di accedere al credito e offrire così una garanzia (sia sugli investimenti che sulla liquidità) al cofinanziamento di interventi di efficientamento energetico (degli immobili o/e dei processi produttivi). A questi strumenti si aggiungono le possibilità previste dal “decreto cultura” approvato dal Governo: un credito di imposta rivolto ai giovani, che sostiene investimenti su immobili recuperati o ammodernati, progetti inerenti la promozione in rete del nostro patrimonio artistico e progetti per la promozione della mobilità turistica.

Per saperne di più sulle possibilità offerte, sulle scadenze dei bandi e sulle modalità di partecipazione vi invitiamo a prendere parte ai seminari e a visitare le pagine dedicate sul sito della Regione Toscana.

 

Image courtesy of winnond at FreeDigitalPhotos.net

woca2

Cosa dicono i popuppers? Ecco i rapporti dei world cafè in loro compagnia

POP UP Lab punta a sperimentare pratiche innovative di riapertura degli spazi chiusi delle città. Un aspetto fondamentale della sperimentazione è la raccolta del punto di vista dei protagonisti di queste esperienze, per capire da loro su cosa investire per innovare e migliorare le politiche comunali e regionali in questi ambiti.

Per questo, oltre ai laboratori, ai temporary shops e agli atelier, POP UP Lab crea anche momenti di confronto tra i popuppers, cioè tra i vincitori della call for ideas selezionati per animare i fondi vuoti del centro storico con le loro idee, i loro laboratori e le loro attività, commerciali, culturali, sociali. Perché possano conoscersi, scambiarsi idee e opinioni e condividere le loro raccomandazioni.

Questi momenti sono i world cafè con i popuppers, incontri informali che si svolgono durante i tre giorni di Pop Up: attorno ad un tavolo da caffè pranziamo insieme e facciamo il punto della situazione, raccogliendo commenti ed idee. Sabato 6 Dicembre a Empoli e Sabato 13 Dicembre a Campi Bisenzio si sono svolti i primi due world cafè con i popuppers. Abbiamo voluto sperimentare una metodologia di incontro adatta a raccogliere indicazioni e suggerimenti in maniera immediata e allo stesso tempo facilitasse la conoscenza e lo scambio tra i partecipanti.

Gli spunti che ci hanno offerto sono molti e ricchi. Li abbiamo riassunti e sintetizzati in due rapporti di sintesi che trovate qui:

World cafè con i popuppers di Empoli

world cafè con i popuppers di Campi Bisenzio

A questi si uniranno quelli degli incontri che si svolgeranno negli prossimi comuni.

Buona lettura!

palloncini

La nuova call per il 2015: proponi la tua idea!

E’ aperta la nuova call for ideas di Pop Up Lab, che per il 2015 permette a singoli e a gruppi di presentare un progetto per animare spazi inutilizzati di 3 comuni Italiani: Quarrata (PT); Cascina (PI) e Monteverdi Marittimo (PI).

I tre giorni di eventi che costituiscono il clue del calendario pop up sono il 27-28-29 Marzo a Quarrata; il 17-18-19 Aprile a Cascina; il 15-16-17 Maggio a Monteverdi Marittimo. Gli spazi sono assegnati in base alla effettiva disponibilità singolarmente o in condivisione con altri, per un periodo di tempo variabile da comune a comune. La call è aperta a tutti: associazioni, gruppi informali, imprese, artigiani, aspiranti imprenditori, artisti, singoli, sia italiani sia stranieri, che presentino un progetto per riempire gli spazi vuoti con inventiva e creatività.

Possono partecipare con progetti di vendita temporanea anche coloro che non hanno attività commerciale o partita iva e sono incoraggiate le candidature di singoli e di gruppi indipendentemente dalla loro provenienza e residenza.

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata alle ore 12.00 di venerdì 6 febbraio 2015.

Per scoprire se Pop Up Lab fa per te, leggi la call for ideas e proponi la tua idea!